giovedì 22 aprile 2010

Lunedì 22 aprile 1968 (Radio)



PROGRAMMA NAZIONALE

6,30 SEGNALE ORARIO
- 1° E 2° CORSO DI LINGUA FRANCESE, a cura di H. Arcaini
6,50 PER SOLA ORCHESTRA
7,00 GIORNALE RADIO
7,10 MUSICA STOP
7,47 PARI E DISPARI

Per la Campania
6,45 - 8,00 GOOD MORNING FROM NAPLES, trasmissione in lingua inglese
Per il Friuli - Venezia Giulia
7,15 IL GAZZETTINO DEL FRIULI - VENEZIA GIULIA
Per l'Abruzzo ed il Molise
7,30 - 7,50 VECCHIE E NUOVE MUSICHE
Per la Sicilia
7,30 IL GAZZETTINO DI SICILIA

8,00 GIORNALE RADIO - LUNEDI' SPORT
8,30 XV GIORNATA EUROPEA DELLA SCUOLA
8,40 LE CANZONI DEL MATTINO
Casa bianca (Marisa Sannia) - Una domenica così (Gianni Morandi) -
Dolcemente (Iva Zanicchi) - Le solite cose (Pino Donaggio) - 30 donne
del West (La coppia più bella del mondo) - Lara's theme (James Last) et al.
- Palmolive
9,00 LA COMUNITA' UMANA
9,10 COLONNA MUSICALE
10,00 GIORNALE RADIO
10,03 LA RADIO PER LE SCUOLE (II ciclo elementare)
Giallo...rosso...verde !, quindicinale per l'educazione stradale, a cura di R. Y. Quintavalle, P. Tolla e D. Volpi - Regia di Ugo Amodeo
10,35 LE ORE DELLA MUSICA
11,00 UN DISCO PER L'ESTATE
- Pavesi Biscottini di Novara S.p.A.
11,24 LA NOSTRA SALUTE, a cura di Fulvio Rossi - presenta Paola Avetta
- Camay
11,30 ANTOLOGIA MUSICALE
12,00 GIORNALE RADIO
12,05 CONTRAPPUNTO
12,36 SI O NO
12,41 PERISCOPIO
- Vecchia Romagna Buton
12,47 PUNTO E VIRGOLA
13,00 GIORNALE RADIO
13,20 Lelio Luttazzi presenta
HIT PARADE
Testi di Sergio Valentini
(Replica dal Secondo Programma)
- Coca - Cola
13,54 LE MILLE LIRE
14,00 TRASMISSIONI REGIONALI
14,37 LISTINO BORSA DI MILANO
14,45 ZIBALDONE ITALIANO (Prima parte)
UN DISCO PER L'ESTATE

Per il Friuli - Venezia Giulia
13,20 - 14,00 TRASMISSIONI REGIONALI

15,00 GIORNALE RADIO
15,10 ZIBALDONE ITALIANO (Seconda parte)

Per il Friuli - Venezia Giulia
15,10 LISTINO BORSA DI MILANO

15,45 ALBUM DISCOGRAFICO
16,00 SORELLA RADIO
Trasmissione per gli infermi
16,25 PASSAPORTO PER UN MICROFONO, a cura di G. Pini
16,30 PIACEVOLE ASCOLTO
Melodie moderne presentate da Lilian Terry
17,00 GIORNALE RADIO
17,05 Rassegna del Prix Italia 1967
SCUOLA SERALE
Radiodramma di Harold Pinter
18,10 CINQUE MINUTI DI INGLESE col metodo Sandwich, a cura di G. Shenker
18,15 SUI NOSTRI MERCATI
18,20 PER VOI GIOVANI
Selezione musicale presentata da Renzo Arbore
Come un ragazzo (Sylvie Vartan) - Funky street (Arthur Conley) - Valleri
(The Monkees) - Io prego e pregherò (Christophe) - She's looking good (Wilson
Pickett) - Delilah (Tom Jones) - Liverpool addio (Mino Reitano) - To give
(Frankie Valli)- Bonnie and Clyde (The New Vaudeville Band) - Eleanor Rigby
(Wes Montgomery) et al.
19,11 MADAMIN di Gian Domenico Giagni e Virgilio Sabel

Per il Trentino - Alto Adige
19,15 TRENTO SERA - BOLZANO SERA

19,30 LUNA PARK

Per il Trentino - Alto Adige
19,30 'N GIRO A SAS - SETTIMO GIORNO SPORT
19,45 MUSICA SINFONICA
Per il Friuli - Venezia Giulia
19,30 SEGNARITMO
19,45 IL GAZZETTINO DEL FRIULI - VENEZIA GIULIA
Per la Sardegna
19,30 QUALCHE RITMO
19,45 GAZZETTINO SARDO
Per la Sicilia
19,30 IL GAZZETTINO DI SICILIA

20,00 GIORNALE RADIO
20,15 IL CONVEGNO DEI CINQUE
21,00 CONCERTO DIRETTO DA MASSIMO PRADELLA
22,05 DITO PUNTATO, di Libero Bigiaretti e Luigi Silori
22,20 Nel IV Centenario della nascita:
MUSICHE DI CLAUDIO MONTEVERDI
In collaboazione con gli Organismi Radiofonici aderenti all'UER - EBU
23,00 GIORNALE RADIO - BENVENUTO IN ITALIA - I PROGRAMMI DI DOMANI - BUONANOTTE

SECONDO PROGRAMMA
6,25 BOLLETTINO PER I NAVIGANTI
6,30 NOTIZIE DEL GIORNALE RADIO 6,35 SVEGLIATI E CANTA Musiche del mattino presentate da Adriano Mazzoletti
7,30 NOTIZIE DEL GIORNALE RADIO - ALMANACCO - L'HOBBY DEL GIORNO
7,43 BILIARDINO A TEMPO DI MUSICA
8,13 BUON VIAGGIO
8,18 PARI E DISPARI
8,30 GIORNALE RADIO
8,40 GIANNI BRERA VI INVITA AD ASCOLTARE CON LUI I PROGRAMMI DALLE 8,40 ALLE 12,15
8,45 SIGNORI L'ORCHESTRA
9,09 I NOSTRI FIGLI, a cura di Gina Basso
- Galbani
9,15 ROMANTICA - Società Grey
9,30 NOTIZIE DEL GIORNALE RADIO - IL MONDO DI LEI
9,40 ALBUM MUSICALE
- Società del Plasmon
10,00 TRE CAMERATI
Romanzo di Erich Maria Remarque
- Invernizzi
10,15 JAZZ PANORAMA - Ditta Ruggero Benelli
10,30 NOTIZIE DEL GIORNALE RADIO - CONTROLUCE
10,40 Alberto Lupo presenta
IO E LA MUSICA
- Nuovo Omo
11,30 NOTIZIE DEL GIORNALE RADIO
11,35 LETTERE APERTE: Rispondono gli esperti del Circolo dei genitori
11,41 UN DISCO PER L'ESTATE
- Doppio Brodo Star
12,15 NOTIZIE DEL GIORNALE RADIO
12,20 TRASMISSIONI REGIONALI
13,00 ... TUTTO DA RIFARE !
Settimanale sportivo, a cura di Castaldo e Faele
Complesso diretto da Armando Del Cupola
Regia di Dino De Palma
- Innocenti
13,30 GIORNALE RADIO
13,35 FRED ORE 13,35
14,00 LE MILLE LIRE
- Invernizzi
14,05 JUKE-BOX
14,30 GIORNALE RADIO
14,45 TAVOLOZZA MUSICALE
- Dischi Ricordi
15,00 SELEZIONE DISCOGRAFICA
- RI-FI Record
15,15 IL GIORNALE DELLE SCIENZE
15,30 NOTIZIE DEL GIORNALE RADIO
15,35 CANZONI NAPOLETANE
15,57 TRE MINUTI PER TE
A cura di Padre Virginio Rotondi
16,00 UN DISCO PER L'ESTATE
16,30 NOTIZIE DEL GIORNALE RADIO
16,35 POMERIDIANA
- Negli intervalli:
BUON VIAGGIO - BOLLETTINO PER I NAVIGANTI(ore 16,55)
- NOTIZIE DEL GIORNALE RADIO (ore 17,30) e CLASSE UNICA (ore 17,35)
18,00 APERITIVO IN MUSICA
- Nell'intervallo (18,20):
NON TUTTO MA DI TUTTO
- NOTIZIE DEL GIORNALE RADIO (ore 18,30)
18,55 SUI NOSTRI MERCATI
19,00 E' ARRIVATO UN BASTIMENTO con Silvio Noto
- Ditta Ruggero Benelli
19,23 SI O NO
19,30 RADIOSERA - SETTE ARTI
19,55 PUNTO E VIRGOLA
20,05 IL MONDO DELL'OPERA
Rassegna settimanale di spettacoli lirici condotta da Franco Soprano
21,00 ITALIA CHE LAVORA
21,10 NEW YORK '68
Rassegna settimanale della musica leggera americana
21,30 GIORNALE RADIO
21,55 BOLLETTINO PER I NAVIGANTI
22,00 LE NUOVE CANZONI
22,30 GIORNALE RADIO
22,45 - 6,25 NOTTURNO DALL'ITALIA

TERZO PROGRAMMA
9,55 CONVERSAZIONE
10,00 MUSICHE DI ANTONIO VIVALDI
10,35 MUSICHE DI JOHANNES BRAHMS E SERGEJ RACHMANINOFF
11,30 MUSICHE DI FERENC LISZT E ANTON DVORAK
12,10 TUTTI I PAESI ALLE NAZIONI UNITE
12,20 MUSICHE DI ARCANGELO CORELLI
12,55 MUSICHE DI J. IBERT
13,00 ANTOLOGIA DI INTERPRETI
14,30 CAPOLAVORI DEL NOVECENTO
15,05 MUSICHE DI GIOVANNI BATTISTA VIOTTI
15,30 L'IMPRESARIO Opera comica di W.A.Mozart
16,25 MUSICHE DI GABRIEL FAURE' E PAUL HINDEMITH
17,00 LE OPINIONI DEGLI ALTRI, rassegna della stampa estera
17,10 CONVERSAZIONE
17,20 1° E 2° CORSO DI LINGUA FRANCESE, a cura di H. Arcaini
(Replica dal Programma Nazionale)
17,40 MUSICHE DI GUIDO TURCHI
18,00 NOTIZIE DEL TERZO
18,15 QUADRANTE ECONOMICO
18,30 MUSICA LEGGERA
18,45 PICCOLO PIANETA
Rassegna di vita culturale
19,15 CONCERTO DI OGNI SERA
20,00 L'ANDAZZO Due tempi di Roberto Mazzucco
22,00 IL GIORNALE DEL TERZO - SETTE ARTI
22,30 LA MUSICA, OGGI
23,00 RIVISTA DELLE RIVISTE - CHIUSURA

-------------------------------------------------------------------------------------
Mentre le piogge della mezza stagione contribuiscono a far rinvigorire la natura, i discografici, d'accordo con la RAI, pensano a riempire i negozi con i nuovi 45 giri di una gara musicale giunta al suo quinto anno di vita, frutto di una collaborazione con l'Ente di Stato da parte dell'AFI (l'Associazione dei Fonografici Italiani). Il regolamento è semplice: dall'ultima dècade di aprile alla fine di maggio vengono fatte ascoltare più volte per radio - vi sono pure delle speciali vetrine televisive - , ed a rotazione, una sessantina di nuove produzioni (alcune delle quali a carattere estivo) realizzate da tutte le case discografiche operanti sul nostro mercato (naturalmente le più forti propongono tre canzoni; le altre si presentano alla gara con due o con un solo motivo). Gli ascoltatori hanno il compito di votare tramite cartoline postali il brano preferito, dopodichè, nei primi giorni di giugno, si passa allo spoglio di tali preferenze: le prime ventiquattro classificate vengono ammesse alle finali televisive di metà giugno, in programma a Saint Vincent, al Casino de la Vallée (semifinali il giovedì ed il venerdì: finalissima il sabato con le prime sei di ogni singola serata).
Il Disco per l'Estate è una manifestazione che si segnala per gli esiti clamorosi, a volte sorprendenti: succede che canzoni di qualità non superino le eliminatorie radiofoniche e che invece partecipino alla sfida finale valdostana anche brani di una banalità sconcertante. Nasce il sospetto che le case discografiche minori paghino non si sa quale tangente alla RAI-TV pur di garantirsi un posto tra i magnifici ventiquattro, oppure che (come accadrà puntualmente qualche anno dopo nella televisiva Canzonissima)impresari e cantanti inviino un certo numero di cartoline pur di farcela. Per questa ragione, intorno al 1971 - '72, la scrematura viene affidata ad apposite giurie convocate nelle varie sedi della RAI e forse non è un caso il fatto che proprio da allora (fino all'ultima edizione, datata 1975) si alzi di molto il livello dei pezzi ammessi all'ultimo, decisivo esame valdostano. Molto più tardi si tenterà di rilanciare il Disco per l'estate affidandolo a Mediaset, ma, se si eccettuerà la vittoria del duo Niccolò Fabi - Max Gazzè nel 1998, non ci saranno riscontri, nonostante alcuni tentativi di spettacolarizzazione (come un'orchestra interamente femminile che accompagnerà i cantanti nel 2000).
Eccovi qui di seguito una selezione di motivi molto validi che però, inopinatamente, non ottennero il quorum sufficiente per giocarsi il titolo di Disco per l'estate 1968. La prima esclusione da noi segnalata fu davvero clamorosa, tanto è vero che il relativo 45 giri si rifece ampiamente sul mercato e nei juke-boxes: in un inserto tratto dal film Quelli belli siamo noi, girato un paio d'anni più tardi, eccovi Maurizio Arcieri con la sua drammatica Cinque minuti e poi...

video.

C'era anche Lucio Battisti nella rosa dei cantanti in gara al quinto Disco per l'Estate: non avendo presentato Balla Linda entro i termini fissati per l'iscrizione (ma potè mandarla con successo al Cantagiro), l'emergente cantautore reatino ripiegò su un brano non suo, bensì di Mogol e di Carlo Donìda Labati, Prigioniero del mondo, che venne inserito quale lato B del 45 giri di Balla Linda, per l'appunto. Da dire che entrambi i pezzi ebbero un buon successo nei paesi anglosassoni, rispettivamente per merito degli statunitensi Grassroots (Bella Linda) e della britannica Cilla Black (Only forever will do). Ad ogni modo, rivediamoci e riascoltiamoci l'indimenticabile Lucio con questa Prigioniero del mondo, sicuramente non cattiva, anzi...

video

Peppino Di Capri, secondo la maggior parte dei critici, aveva fatto ormai il suo tempo: tuttavia l'occhialuto Faiella credeva nel rilancio ed ogni occasione era buona perchè egli si dicesse pronto a scendere in campo con la canzone giusta al momento giusto. Un momento giusto che però doveva arrivare solo nel 1970, quando Di Capri decise di aprire una sua etichetta discografica, la Splash !, affidandone la distribuzione dapprima alla RCA, quindi alla CGD e molto più tardi alla Panarecord. Anche in questi anni bui, però, Peppino cercava di farsi sentire con motivi molto interessanti, come questo da lui presentato senza fortuna al Disco Estate 1968, firmato dal giovane autore napoletano Claudio Mattone: E' sera:

video

Altra grande figura della canzone italiana degli anni precedenti, Miranda Martino si affidò addirittura a Gianni Boncompagni per tentare (invano) la carta di un rinnovato successo con un pezzo dal sapore rétro, Il mio valzer:

video

Arrivavano dalla provincia di Alessandria ed erano simpatici e bravi: dopo La motoretta del 1966 e la stupenda Mi seguirai del '67 (apprezzata molto anche in Inghilterra, complice uno stile un po' alla Beach Boys), gli Scooters (il cui batterista era Dino Crocco, futuro intrattenitore delle TV locali del nòst Piemont) si giocarono ancora la carta per esibirsi a Saint Vincent e si affidarono addirittura ad un tandem di autori di grande importanza, Giorgio Calabrese e Vittorio Buffoli, che prepararono per loro l'ottima Se fossi re, preferita all'ironica La figlia del re del pomodoro. Tuttavia, malgrado tutte queste precauzioni, il brano non passò le qualificazioni: peccato ! Riascoltiamolo insieme.

video.

Infine eccovi un'altra canzone esclusa immeritatamente e che, provvidenzialmente ripescata, diventò un classico: Un colpo al cuore, che venne lanciata da Mario Zelinotti ma trionfò grazie all'immediato remake di Mina. La Tigre, però, la trasformò a proprio modo, non esaltando quel lato prettamente malinconico che invece facilmente si riscontrava nell'esecuzione del cantante - chitarrista - imbianchino di Marino, certamente da preferirsi.

video

Termina così la nostra vetrina di Un disco per l'estate 1968. Per quanto riguarda le finaliste, a cominciare dalla vincitrice Luglio di Riccardo Del Turco, avremo tempo e modo di dedicare ad esse un apposito post. Per il momento ci congediamo da voi, dandovi appuntamento al prossimo intervento.
Un caro saluto da
CBNeas.

Nessun commento: