domenica 20 marzo 2011

Lunedì 20 marzo 1961



TELEVISIONE

TELESCUOLA
Corso di Avviamento Professionale a tipo Industriale e Agrario
12,45 Classe prima:
a) Esercitazioni di lavoro e disegno tecnico

Prof. Nicola Di Macco
b) Lezione di matematica

Prof. Giuseppe Vaccaro
c) Lezione di francese
Prof.ssa Maria Luisa Khoury-Obeid

14,15 Classe seconda:
a) Lezione di matematica
Prof.ssa Maria Giovanna Platone
b) Lezione di educazione fisica
Prof. Alberto Mezzetti
c) Lezione di italiano
Prof. Mario Medici

15,25 Classe terza:
a) Lezione di italiano
Prof.ssa Fausta Monelli
b) Lezione di educazione fisica

Prof. Alberto Mezzetti
c) Lezione di matematica
Prof.ssa Liliana Ragusa Gilli

16,45 Cronaca registrata dell'arrivo a Mondovì della prima tappa della
CORSA CICLISTICA MENTONE - ROMA

la TV dei ragazzi

17,00 AVVENTURE IN LIBRERIA
Rassegna di libri per ragazzi
presentata da Elda Lanza
17,30 FRIDA
Il cavallo selvaggio
Telefilm - Distr. 20th Century Fox - Regia di Elmer Stephany
Interpr. : Gene Evans, Anita Louise, Johnny Washbrook e Frida

ritorno a casa

18,00 IL TUO DOMANI
Rubrica di informazioni e suggerimenti dedicata ai giovani, a cura di Fabio Cosentini e Giovanni Tortora
18,30 TELEGIORNALE
Edizione del pomeriggio
GONG (L'Oreal - Milkana)
18,45 IL PIACERE DELLA CASA
Rubrica di arredamento a cura di Paolo Tilche e Mario Tedeschi
19,15 GUIDA PER GLI EMIGRANTI
Rubrica quindicinale a cura di Gaetano Carancini e Guido Gianni
In studio Bianca Maria Piccinino e Pippo Baudo
19,35 TEMPO LIBERO
Trasmissione per i lavoratori a cura di Bartolo Ciccardini e Vincenzo Incisa
Realizzazione di Sergio Spina
20,05 TELESPORT

ribalta accesa

20,29 TIC - TAC (Telerie Bassetti - Aiax)
SEGNALE ORARIO
TELEGIORNALE
Edizione della sera
Direttore Leone Piccioni
ARCOBALENO (Dufour - Krone - Candy - Olio Sasso)
PREVISIONI DEL TEMPO - SPORT
21,00 CAROSELLO
(1) Gelatina Ideal - (2) Stock - (3) Imec Biancheria - (4) Prodotti Marga - (5) Macchine da cucire Singer
I cortometraggi sono stati realizzati da: 1) Proa Roma - 2) Cinetelevisione - 3) Roberto Gavioli - 4) Cinetelevisione - 5) General Film

21,15 PAROLA DI LADRO
Film - Regia di Nanni Loy e Gianni Puccini
Prod.: Cei Incom
Int. : Gabriele Ferzetti, Abbe Lane, Andrea Checchi, Nadia Gray
22,45 VIAGGIARE
Trasmissione per chi va, chi viene e chi resta
a cura di Bruno Ambrosi
Realizzazione di Gian Maria Tabarelli
23,15 TELEGIORNALE
Edizione della notte
-------------------------------------------------------------------------------------
C'era una volta, e poi ?

C'era una volta il 1961, anno in cui si viveva decisamente meglio che in passato... e che in futuro, con tanta euforia di fronte a costanti, se non addirittura repentini cambiamenti economici e tecnologici (per quelli sociali, forse, ci sarebbe stato tempo)...
C'era una volta un'Italia che festeggiava il proprio centenario con maggior partecipazione e convinzione, senza troppi condizionamenti ma con il cuore. A Torino non si affittava ai meridionali...ma tutto finiva lì...
C'era una volta la festa del Centenario dell'Unità spostata di dieci giorni, fissata per il lunedì 27 di marzo, precedente la Pasqua di quell'anno, per non perdere un venerdì 17, giorno di produttività totale...
C'era una volta la televisione italiana, ancora monocanale (si stava lavorando per una seconda rete che avrebbe aperto le proprie trasmissioni nel novembre successivo) e soprattutto monopolistica, ma sempre e comunque impegnata per il bene collettivo e per un'istruzione più elevata, tra telescuole e Non è mai troppo tardi (che però il 20 marzo, data da noi scelta quale soggetto del presente post, riposava).
C'era una volta una TV dei Ragazzi, ma soprattutto per i ragazzi, che offriva consigli per nuove e interessanti letture a loro destinate, presentate dalla garbata e rassicurante Elda Lanza, e telefilm americani dedicati a vivaci stalloni e ai loro coraggiosi padroncini, come Flicka, cavalla ribattezzata in italiano Frida per evitare certe assonanze piuttosto volgari (e per questo tenute prudentemente alla larga dai funzionari della RAI: dopo tutto, solo quattro anni prima, il film L'amante del bandito era diventato La moglie del bandito...).

Di My friend Flicka (in italiano, come già detto, Frida) abbiamo reperito due avventurose testimonianze: per prima cosa, in versione colorizzata successivamente al computer, i titoli di testa e i primi secondi di un episodio in versione brasiliana (da notare come i doppiatori carioca tenessero ben presente la lezione nostrana in materia: nella scena che fra qualche istante vedrete, sembra quasi di sentire Lauro Gazzolo che parla in portoghese !). Seguono poi i titoli di coda, stavolta originali in bianco e nero e senza traduzioni off:

video
video

C'era una volta Il tuo domani, rubrica che sarebbe durata addirittura fino al 1967 e che dava puntuali consigli ai ragazzi in cerca di una sicura occupazione... allora i call centers erano solo i centralini della Signorine dello 04 rese celebri qualche anno prima da un divertente film.
C'era una volta un TG democristiano che però informava puntualmente sul congresso socialista e sulla riconferma a segretario del battagliero faentino Pietro Nenni, un grande uomo che ha lottato per la libertà in tempi bellici e la cui lezione sarebbe senz'altro servita al Paese mezzo secolo dopo quel 20 marzo...
C'era una volta Mike Bongiorno che magari ipotizzava solo per scherzo o ragionando per assurdo di essere rapito da morto e intanto, tra un Campanile sera e l'altro, dispensava pratici consigli di bellezza alle ragazze del tempo in telecomunicati come questo:

video

C'era una volta un ragazzone siciliano di nome Pippo Baudo che, due volte al mese, compariva in video assieme a Bianca Maria Piccinino per spiegare ai nostri connazionali in partenza per l'estero come si sarebbero dovuti comportare negli Stati da loro scelti per cambiare vita... Roberto Maroni era un semplice scolaretto di prima elementare... Lampedusa era solo una bellezza naturale da scoprire... le autorità svizzere, tedesche e belghe non rispedivano certo gli italiani a casa senza motivo, fors'anche perche non potevano arrivare via mare per ovvi motivi fisico-geografici...
C'era una volta un tuttofare milanese di nome Alfredo Danti: attore, scrittore, imitatore, speaker... in una sola giornata televisiva lo si poteva ascoltare anche sei o sette volte, anche se lo si vedeva solo una volta, come lettore del notiziario sportivo (allora) di fine TG. Potevi sentirlo imitare Gero Zambuto e Alberto Sordi, ossia le storiche voci italiane di Stan Laurel e Oliver Hardy, per esaltare le virtù di un dado da brodo...

video

...oppure, sempre in Arcobaleno, presentare la nuova ed efficiente lavatrice prodotta in certi stabilimenti della Brianza... Arcore era solo un paesino come tanti...

video

C'era una volta (ovviamente) anche Carosello, con le sue cinque mini - storie serali. La scaletta di quel lunedì 20 marzo 1961 aveva ben tre momenti gustosi. Da poco Lina Volonghi e Umberto Melnati avevano firmato per una distilleria triestina e vestivano i panni di una moglie eccessivamente gelosa e sospettosa e di un marito accomodante e debole, ma che aveva sempre ragione... però almeno al bar si andava d'amore e d'accordo (sempre che, come accaduto invece in prova, causando nella malcapitata Volonghi conati di vomito, non si bevesse l'autentico brandy ivi reclamizzato)...

video

C'era una volta, a Paderno d'Adda, in Lombardia, una rinomata industria tessile che produceva biancheria intima e non solo: ne era proprietario un signore che aveva cinque figli, tra cui tre gemelle che nel '61 avevano 9 anni... ma già da tre erano note in tutta Italia perchè davano un tocco di tenerezza e fantasia alla campagna pubblicitaria televisiva legata all'attività di famiglia... Nicoletta, Stefania e Margherita, in qualche modo anche muse ispiratrici delle righe che state leggendo (scopriamo che una di loro è oggi la moglie di un ministro del gabinetto in carica). Rivediamole insieme nel carosello di quell'epoca che ci ha parzialmente suggerito tale nostra odierna impostazione:

video

C'era una volta una bellissima ragazza mantovana, attrice e presentatrice, di nome Emma Fretta, in arte Emma Danieli: c'era con lei un simpatico e baffuto animatore, anche conduttore di rubriche televisive sulla caccia in cui impersonava il Ragionier Buttazzoni, ma in realtà noto anche con il suo vero nome, Walter Marcheselli. In quel periodo essi animavano insieme i caroselli di una ditta genovese di prodotti per la casa, il cui titolare aveva una bambina di nome Milena (ma questa è un'altra bruttissima storia di dieci anni dopo, quando la Milena in questione sarebbe diventata adolescente e... purtroppo sappiamo bene come sarebbe andata a finire). La serie di Carosello in onda nel marzo 1961 era praticamente un divertentissimo telegiornale basato su freddure e giochi di parole... un gioiellino che pochissime volte è stato riproposto nelle retrospettive TV e DVD del glorioso contenitore pubblicitario:

video

C'era una volta l'appuntamento con il film del lunedì sera alla TV. Per quel 20 marzo venne scelta una gustosa commedia gialla scritta (con la collaborazione di Bruno Baratti) e girata quattro anni prima in tandem da Nanni Loy e Gianni Puccini, Parola di ladro, storia ambientata nella Roma della Belle Epoque e basata sulle peripezie avventurose di un professionista dei furti di pietre preziose che si fa assumere come direttore di una grande gioielleria pur di compiere la truffa del secolo (sostituire con una banale copia un costosissimo diamante), tentando di ottenere la complicità di una canzonettista. Il titolare del negozio, però, s'innamora perdutamente di quest'ultima e, scoperto l'inganno, risponde per le rime. Il malvivente si costituisce, viene perdonato e...

video

C'era una volta anche una rubrichetta turistica settimanale di seconda serata, che presentava in scaletta, quel 20 marzo 1961, anche un servizio sulle bellezze del Giappone. Mezzo secolo dopo, un sisma più violento dei consueti (ivi sarebbe la regola) avrebbe messo in ginocchio (anche con inattese, gravissime conseguenze nucleari) l'arcipelago più importante dell'Estremo Oriente: anche noi del Focolare Radio - TV esprimiamo la nostra solidarietà ai sudditi dell'Impero nipponico, così profondamente colpiti.

C'era una volta, e poi ?

...solo un'inarrestabile, ordinaria follia da regresso...

Appuntamento al prossimo nostro intervento.
Buona serata a tutti da
CBNeas ! ! !

1 commento:

Davide Camera ha detto...

C'era una volta un passato che, in quanto tale, si pensa migliore di quanto lo fosse realmente. C'è un prsente, che quando diverrà passato, verrà ugualmente rimpianto passando in secondo piano i difetti.
E'una constatazione: è sempre così.