domenica 6 giugno 2010

Domenica 6 giugno 1976




RETE UNO

11,00 Dal Santuario della Madonna del Lazzaretto di Ornago (Milano)
SANTA MESSA
Commento di Natale Soffientini
Ripresa televisiva di Giorgio Romano
e
DOMENICA ORE 12
a cura di Angelo Gaiotti
Realizzazione di Luciana Ceci Mascolo

12,15 A - COME AGRICOLTURA
Settimanale a cura di Roberto Bencivenga
Realizzazione di Maricla Boggio
12,55 OGGI DISEGNI ANIMATI
Ribelli in famiglia
La personalità di mamma
Produzione: Hanna & Barbera
13,25 IL TEMPO IN ITALIA
BREAK
13,30 TG 1
BREAK
14,00 America Anni Venti
DOUGLAS FAIRBANKS
a cura di Luciano Michetti Ricci
I tre moschettieri
Tratto dal romanzo di Alexandre Dumas
Interpreti: Douglas Fairbanks, Marguerite De La Motte, Barbara La Marr, Adolphe Menjou
Regia di Fred Niblo
Produzione Douglas Fairbanks Pictures Corp. 1921
BREAK
15,00 5 ORE CON NOI
condotte da Paolo Valenti

Nel corso del programma:
15,05 IL MARCHESE DI ROCCAVERDINA
di Luigi Capuana
Sceneggiatura di Tullio Pinelli
Con Domenico Modugno, Angela Goodwin Bucci, Regina Bianchi, Lina Polito, Tuccio Musumeci, Carlo Sposito
Scene di Nicola Rubertelli
Costumi di Guido Cozzolino
Regia di Edmo Fenoglio
(Replica del 1972)
GONG

la TV dei ragazzi

16,10 FLAHERTY: L'UOMO E LA NATURA
a cura di Sebastiano Romeo
Presenta Anna Maria Gambineri
NANUK, L'ESQUIMESE (1922)
Soggetto, fotografia, montaggio e regia di Robert Flaherty
Prod.: Revillon Pathè

GONG
17,10 ALL'ULTIMO MINUTO
L'ultima cifra
Soggetto e sceneggiatura di Italo Fasanù
con: Laura Carli, Corradi Gaipa, Gisella Sofio, Massimo Dapporto, Edoardo Nevola
Direttore della fotografia Stelvio Massi
Delegato alla produzione Antonio Minasi
Regia di Ruggero Deodato
(Una coproduzione RAI-Radiotelevisione Italiana - Editoriale Aurora TV)
17,40 INSIEME, FACENDO FINTA DI NIENTE
Trasmissione della domenica
di Beppe Bellecca e Nino Marino
con Giancarlo Dettori ed Enza Sampò
Impianto scenico di Luciano Del Greco
Regia di Paolo Gazzara
GONG
18,40 NOTIZIE E CRONACHE SPORTIVE
TIC- TAC
19,00 CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO
Cronaca registrata di un tempo di una partita di serie B
a cura di Bruno Pizzul
19,45 CRONACA ELETTORALE
a cura dei Servizi Parlamentari
CHE TEMPO FA
ARCOBALENO
20,00 TG 1
Direttore Emilio Rossi
CAROSELLO
20,45 UN ATTIMO MENO ANCORA
Originale televisivo di Diego Fabbri e Dino Bartolo Partesano
Con Ilaria Occhini, Mariolina Bovo, Giulio Bosetti, Gino Lavagetto, Ornella Grassi, Maurizio Ancidoni, Enzo Liberti
Scene di Emilio Voglino
Regia di Dino Bartolo Partesano
DOREMI'
21,45 LA DOMENICA SPORTIVA
Cronache filmate e commenti sui principali avvenimenti della giornata
a cura di Tito Stagno
Conduce Adone Carapezzi, con Novella Caligaris
Regia di Raoul Bozzi
22,35 PROSSIMAMENTE
Programmi per sette sere
BREAK 2
TG 1
CHE TEMPO FA

RETE DUE

pomeriggio sportivo

15,00 59° GIRO D'ITALIA
Organizzato dalla Gazzetta dello Sport
16a tappa
Castellamonte - Arosio
Seguirà
L'ALTRO GIRO
Botta e risposta del dopo - corsa
Telecronisti Adriano De Zan e Giorgio Martino
Regista Giuliano Nicastro
16,30 PESCARA: ATLETICA LEGGERA
Triangolare femminile Italia - Polonia - Romania
Telecronista Paolo Rosi

GONG
17,50 CACCIA GROSSA
Colpi a catena
Telefilm - Regia di John Hough
Interpreti: Brian Keith, John Mills, Lilli Palmer, Barry Morse
Distribuzione I.T.C. (Londra)
TIC - TAC
18,40 PROSSIMAMENTE
Programmi per sette sere
18,50 A TAVOLA ALLE SETTE
Un programma di Paolini e Silvestri
con la consulenza e la partecipazione di Luigi Veronelli
Presenta Ave Ninchi
Regia di Lino Procacci
ARCOBALENO
19,40 CRONACA ELETTORALE
a cura dei Servizi Parlamentari
19,50 TG 2 - STUDIO APERTO
Edizione flash della domenica
Direttore Andrea Barbato
20,00 INTERMEZZO
20,05 SPORT 7
Protagonisti e fatti della domenica
a cura di Nino De Luca, Lino Ceccarelli, Remo Pascucci
Conduce Guido Oddo

Trasmissioni in lingua tedesca per la zona di Bolzano
SENDER BOZEN
SENDUNG IN DEUTSCHER SPRACHE

20,00 TAGESSCHAU
20,20 KUNSTKALENDER
20,25 EIN WORT ZUM NACHDENKEN
Es spricht Alois Gurndin
20,30 DIE GLASFENSTER VON KONIGSFELDEN
Ein Besuch in einem Schweizer Kloster
Verleih: Telepool

20,45 BIM BUM BAM
Spettacolo musicale
di Roberto Danè e Ludovico Peregrini
condotto da Peppino Gagliardi, Bruno Lauzi e Bruna Lelli
Scene di Ennio Di Majo
Orchestra diretta da Gianfranco Intra
Regia di Gian Maria Tabarelli
DOREMI'
21,40 TG 2 - STANOTTE
BREAK 2
22,05 SETTIMO GIORNO
Attualità culturali
a cura di Francesca Sanvitale
Bussottioperaballet

TSI - SVIZZERA

10,00 CULTO EVANGELICO
11,00 - 12,00 SANTA MESSA

14,30 TELEGIORNALE - 1a edizione
14,35 TELERAMA
15,00 AMICHEVOLMENTE
16,00 CICLISMO: GIRO D'ITALIA
Cronaca differita delle fasi principali e dell'arrivo della tappa Castellamonte - Arosio (IN BIANCO E NERO)
16,40 LE COMICHE DI CHARLOT (IN BIANCO E NERO)
17,10 CORTEO DELLA FESTA DEI FIORI
Cronaca differita
18,05 UN MARITO PER CINZIA
Lungometraggio interpretato da Cary Grant e Sophia Loren
Regia di Melville Shawelson
19,50 TELEGIORNALE - 2a edizione
19,55 DOMENICA SPORT
20,00 PIACERI DELLA MUSICA
Albert Roussel: Sinfonia n. 3 in sol
20,30 TELEGIORNALE - 3a edizione
20,40 LA PAROLA DEL SIGNORE
20,50 INCONTRI
Fatti e personaggi del nostro tempo
Carlo Cassola - Tra letteratura e impegno
21,20 IL MONDO IN CUI VIVIAMO
Viaggio in Indonesia
con David Attenborough
21,45 TELEGIORNALE - 4a edizione
22,00 SPLENDORI E MISERIE DELLE CORTIGIANE
dal romanzo di Honorè de Balzac
23,00 LA DOMENICA SPORTIVA
24,00 - 0,10 TELEGIORNALE - 5a edizione

KOPER - CAPODISTRIA

15,45 ATLETICA LEGGERA
Da Celje: Coppa Jugoslavia (IN BIANCO E NERO)
16,15 TELESPORT - PUGILATO
Zagabria: Campionati dei Balcani - Finali (IN BIANCO E NERO)

20,30 L'ANGOLINO DEI RAGAZZI
Il battesimo dell'aria
20,55 ZIG - ZAG
21,00 CANALE 27 (IN BIANCO E NERO)
21,15 TU SEI LA MUSICA
Film - commedia musicale con Caterina Valente e Paul Hubschmid
Regia di Paul Martin
22,45 ZIG - ZAG
22,50 GERMINAL
23,40 PALLAMANO: JUGOSLAVIA - ROMANIA (IN BIANCO E NERO)

ANTENNE 2 - FRANCIA

12,00 C'EST DIMANCHE
Un programma di Guy Lux
Collaborazione artistica di Gérard Gilles
12,30 MIDI 2
Presenta Jean Lanzi
13,00 C'EST DIMANCHE
18,47 STADE 2
Cronache e risultati degli avvenimenti sportivi dalla redazione di Antenne 2
19,29 SYSTEME 2
Una trasmissione di Guy Lux e Jacqueline Duforest
20,00 JOURNAL
20,30 SYSTEME 2
21,45 ARDECHOIS COEUR FIDELE
Film televisivo a puntate di Jean-Pierre Gallo
Sceneggiatura e dialoghi di Jean Chatenet e Jean Cosmos
Con Sylvain Joubert, Claude Brosset, Erika Beer, Max Doria, Paul Esser, Claude Furlant
22,35 JOURNAL

TMC - MONTECARLO

19,30 CARTONI ANIMATI
19,45 MUSEO DEL CRIMINE
Numero telefonico
20,50 NOTIZIARIO
21,05 LA RISAIA
Film - Regia di Raffaello Matarazzo
Con Elsa Martinelli e Folco Lulli
-------------------------------------------------------------------------------------
Il 6 giugno del 1976 fu una domenica, proprio come oggi, 34 anni dopo: molteplici, però, sono le differenze tra quella giornata e l'odierna. Prima di tutto, se oggi c'è stato un caldo soffocante, parzialmente risolto da un provvidenziale temporale serale (almeno qui in Piemonte), allora la giornata fu guastata quasi ovunque da un'accentuata instabilità atmosferica (solo la Sicilia, che peraltro aveva visto passare la perturbazione nei due giorni precedenti, ne rimase immune). Poi si era in piena campagna elettorale (il 20 giugno si sarebbe votato per la settima legislatura repubblicana) e non si era ancora spenta l'eco dei disordini di qualche giorno prima a Sezze Romano, in Ciociaria, durante il comizio del candidato del MSI - DN Sandro Saccucci, con l'uccisione di un giovane militante del PCI. Infine, il campionato di serie B era ancora nella bagarre per l'assegnazione dei tre posti necessari per salire nella massima divisione (altro che play - off !): quella domenica, con calcio d'inizio alle 17 (erano veramente altri tempi !), il match clou era a Marassi, ove si affrontavano il grifone rossoblu genovese (o meglio, genoano), quasi certo del ritorno in A dopo due anni, ed il quotatissimo Novara, costretto a perdere in extremis (e fatalmente) l'ultimo treno per il più prestigioso palcoscenico a seguito di una poco chiara pastetta arbitrale (un guardalinee infortunato, sostituito da un arbitro di seconda o terza categoria - chi si ricorda più ? -) durante il delicato incontro giocatosi per Pasqua contro il Catanzaro, poi annullato e ripetuto alla vigilia dell'ultimo turno del torneo !
Per noi quel giorno era la vigilia degli esami di seconda elementare: sotto con la ripetizione delle tabelline e delle poesie, per poi incollarsi alla radio ad ascoltare Musica e sport, che rimpiazzava Tutto il calcio quando rimanevano da giocare le ultime giornate del campionato cadetto.
I più grandi, invece, potevano godere di una giornata ricca di appuntamenti televisivi di rilievo, specie di natura cinematografica. Benchè la RAI stesse attraversando l'immediato periodo post - riforma, rimandando all'autunno il grosso delle nuove produzioni ed imbottendo quindi di repliche i palinsesti delle due reti, il menù di quella domenica era molto interessante, non foss'altro perchè, nel giro di tre ore, passavano due opere tra le più celebrate dell'epoca del muto. Prima ad andare in onda fu, alle due del pomeriggio, la versione de I tre moschettieri del 1921, con il mitico Douglas Fairbanks nei panni di D'Artagnan. Eccovi la parte finale di quel leggendario film, nel cui cast figurava pure Adolphe Menjou, che mantenne alte le proprie quotazioni anche nei primi anni del sonoro.

video

Poco dopo, nello spazio riservato ai ragazzi, preceduto da un'esplicativa presentazione detta da Anna Maria nuvola bionda Gambineri, venne riproposto (era già andato in onda nel febbraio del 1975 in questa veste) un lavoro dalle cadenze documentaristiche che Robert Flaherty aveva girato appena un anno dopo il succitato film con Fairbanks, cioè nel 1922: Nanuk l'esquimese

video

Due episodi fondamentali della storia del cinema internazionale, che abbiamo voluto dedicare al nostro espertissimo Orlando, il quale quanto prima tornerà a deliziarci con i suoi interventi, sempre esaurienti e ricchi di informazioni, dedicati alle opere ed ai personaggi del grande schermo.
Per quanto riguarda invece il piccolo schermo, la proficua e costante collaborazione tra la RAI e la ITC inglese di Sir Lew Grade, emittente più volte ricordata negli scorsi mesi durante i nostri post, permise ai telespettatori italiani di assistere, a breve distanza di tempo dalla prima emissione nel Regno Unito, ad un nuovo telefilm, The Zoo Gang, che nella nostra lingua venne intitolato Caccia grossa. Eccone la sigla, per la cui musica si scomodò addirittura Paul Mc Cartney:

video

I telespettatori della TSI, invece, ebbero modo, quel pomeriggio, di godersi uno di quei filmetti distensivi che Sophia Loren girò a Hollywood alla fine degli anni Cinquanta: la commediola Houseboat (in italiano Un marito per Cinzia), datata 1958, con Cary Grant a fianco della nostra attrice, la quale ebbe pure l'opportunità di lanciare uno spensierato ritornello, The bing bang bong !:

video

Ecco ora i due protagonisti dolcemente allacciati in un lento:

video

In quel primo scorcio di 1976, tra le pochissime produzioni nuove realizzate dalla RAI, riscosse un buon successo uno spettacolino musicale senza pretese, messo in onda dal Teatro della Fiera di Milano e condotto da tre cantanti di successo, i quali si rivelarono pure convincenti presentatori: Bruno Lauzi, Bruna Lelli e Peppino Gagliardi. Questo programma, intitolato Bim bum bam (nulla a che vedere, ovviamente, con l'omonimo programma per i ragazzi di Italia 1, che ancora era naturalmente di là da venire), era articolato in tre momenti: la parte riservata ai giovani, animata da Lauzi, quella per i meno giovani, con la guida di Gagliardi, e l'angolo del revival, affidato alla Lelli (ex - cantante confidenziale dei primi anni '60 convertitasi poi con successo al liscio, complice la collaborazione con l'Orchestra Attrazione di Vittorio Borghesi). Naturalmente capitava che, in un segmento condotto da uno dei tre artisti, gli altri due dessero una mano, specie in presenza di ospiti di riguardo, oppure nel corso della fantasia riservata alle canzoni di un determinato anno. C'era poi la vetrina riservata sia ai campioni delle classifiche del tempo, sia alle voci emergenti, come una giovane Loredana Bertè, invitata a Bim bum bam per promuovere la sua ultima incisione, l'ottima (e drammatica) canzone dal titolo Meglio libera

video

A cantare la sigla di chiusura dello show domenicale si alternavano di solito Peppino Gagliardi (Dalla sera all'alba) e Bruno Lauzi, quest'ultimo ancora una volta alle prese con una creazione della premiata ditta Mogol - Battisti, Un uomo che ti ama, che lo stesso cantautore di Poggio Bustone aveva contemporaneamente inserito nel vendutissimo LP del periodo, dal titolo La batteria, il contrabbasso, eccetera

video

E concludiamo la nostra panoramica sui programmi più importanti mandati in onda dalle varie televisioni il 6 giugno 1976 con il fiore all'occhiello degli sceneggiati prodotti da Antenne 2, il secondo canale francese ormai ben visibile almeno da un anno anche in gran parte d'Italia. Dopo il grande successo riscosso a fine '74, viene replicato nella tarda primavera 1976 Ardechois, coeur fidele , fiction ambientata in epoca post - napoleonica ed incentrata sulle peripezie di un ex - capitano dell'esercito di stanza a Waterloo che intende vendicare l'uccisione del fratello il quale, perseguitato per via della Restaurazione seguita al Congresso di Vienna, aveva accettato di entrare a far parte dei Compagnons du Devoir, girando la Francia come artigiano.

video

E qui si conclude la nostra cavalcata. Vi salutiamo caramente come sempre e vi rinnoviamo l'appuntamento con un nuovo post, certamente senza attendere più quei tempi biblici che nelle scorse settimane sono stati imposti da ragioni personali di forza maggiore.

Buona notte a tutti ! ! !
CBNeas

2 commenti:

Verdier il Vampiro ha detto...

Nella sua formula, BIM BUM BAM non era altro che la riedizione della "vecchia" ALLE SETTE DELLA SERA.

CBNeas1968 ha detto...

"Alle sette dela sera", spettacolo condotto dapprima da Christian De Sica e poi da Gianni Morandi, ebbe un successo tale che venne prorogato fino alla fine di luglio: le ultime dieci puntate furono promosse al "prime time" domenicale, sicchè il titolo fu inevitabilmente modificato in "Alle nove della sera". In questa serie si confermò brillante soubrette Elisabetta Viviani, destinata poi a convivere a lungo con Gianni Rivera.