giovedì 20 maggio 2010

Giovedì 20 maggio 1971 (Radio)



PROGRAMMA NAZIONALE

6,00 SEGNALE ORARIO
- MATTUTINO MUSICALE (I parte)
6,54 ALMANACCO
7,10 MATTUTINO MUSICALE (II parte)
7,45 IERI AL PARLAMENTO
8,00 GIORNALE RADIO
- SUI GIORNALI DI STAMANE
8,30 LE CANZONI DEL MATTINO
La mia canzone per Maria (Lucio Battisti) - Aria di neve (Sergio Endrigo) - Sogno d'amore (Massimo Ranieri) - Una lacrima (Marisa Sannìa) - Occhi pieni di vento (Ricky Gianco) - Firenze sogna (Katyna Ranieri) - Carmela (Tullio Pane) - Amsterdam (Rosanna Fratello) - Eleanor Rigby (Paul Mauriat e la sua orchestra)
9,00 QUADRANTE
9,15 MUSICA PER ARCHI
9,30 SANTA MESSA
in lingua italiana
in collegamento con la Radio Vaticana, con breve omelia di Padre G. C. Federici 10,15 VOI ED IO
Un programma musicale in compagnia di Alberto Lionello
11,30 GALLERIA DEL MELODRAMMA
12,00 SMASH ! Dischi a colpo sicuro
12,31 FEDERICO ECCETERA ECCETERA
Striscia radiofonica di Maurizio Costanzo, scritta con Velia Magno e Mario Colangeli
Con Renzo Montagnani, Cecilia Sacchi, Giusi Raspani Dandolo, Gianfranco D'Angelo, Federica Taddei
12,44 QUADRIFOGLIO
13,00 GIORNALE RADIO
Servizio speciale sul 54° Giro d'Italia
Dai nostri inviati Adone Carapezzi, Sandro Ciotti e Claudio Ferretti
- Birra Dreher
13,20 MUSICA PER UN GIORNO DI FESTA
- Tra le 13,55 e le 14,30:
54° GIRO D'ITALIA
Da Lecce radiocronaca della partenza della staffetta a squadre
Radiocronisti Adone Carapezzi, Sandro Ciotti e Claudio Ferretti
- Birra Dreher
14,00 Dina Luce e Maurizio Costanzo presentano
BUON POMERIGGIO
- Nell'intervallo (ore 15,00):
GIORNALE RADIO - CICALINO
- Tra le 15,30 e le 16,30:
54° GIRO D'ITALIA
Da Brindisi: radiocronaca dell'arrivo della staffetta a squadre
Radiocronisti Adone Carapezzi, Sandro Ciotti e Claudio Ferretti
- Birra Dreher
16,00 Programma per i ragazzi
CRONACHE DI NATALIA
A cura di Anna Maria Romagnoli
16,20 Mario Luzzatto Fegiz presenta:
PER VOI GIOVANI
Drive my car (The Beatles) - Power to the people (John Lennon) - Sgt Pepper's lonely hearts' club band (The Beatles) - Hey Jude (Josè Feliciano) - Something (Joe Cocker) et al.
18,00 UN DISCO PER L'ESTATE
18,15 NOVITA' DISCOGRAFICHE
18,30 I TAROCCHI
18,45 DUO DI CHITARRE SANTO & JOHNNY
19,00 PRIMO PIANO
a cura di Claudio Casini
Marylin Horne
19,30 VELLUTO DI ROMA
Divagazioni musicali di Giorgio Onorato e Gino Conte
Testi di Maffei e Rocco
20,00 GIORNALE RADIO
20,15 ASCOLTA, SI FA SERA
20,20 STRAUSS PADRE E FIGLIO
Radiodramma di Alexander Baron
22,00 CONCERTO DEL VIOLINISTA WALTER TRAMPLER E DEL PIANISTA CHARLES WADSWORTH
22,30 ORCHESTRE DIRETTE DA CARAVELLI E XAVIER CUGAT
23,00 GIORNALE RADIO - I PROGRAMMI DI DOMANI - BUONANOTTE

SECONDO PROGRAMMA

6,00 IL MATTINIERE
Musiche e canzoni presentate da Daniele Piombi
- Nell'intervallo (ore 6,24):
BOLLETTINO PER I NAVIGANTI
7,30 GIORNALE RADIO - Al termine:
- BUON VIAGGIO - FIAT
7,40 BUONGIORNO CON GIPO FARASSINO E RAFFAELLA CARRA'
Il bar del mio rione - Non devi piangere Maria - Avere un amico (G.F.) - Ma che musica maestro - Non ti mettere con Bill - Reggae rrrr ! - Chissà chi sei (R.C.)
- Invernizzi
8,14 MUSICA ESPRESSO
8,30 GIORNALE RADIO
8,40 SUONI E COLORI DELL'ORCHESTRA (I)
9,14 I TAROCCHI
9,30 GIORNALE RADIO
9,35 SUONI E COLORI DELL'ORCHESTRA (II)
9,50 DOPPIA INDENNITA'
di James Cain
10,05 UN DISCO PER L'ESTATE
Presenta Minnie Minoprio
10,30 GIORNALE RADIO
10,35 CHIAMATE ROMA 3131
Conversazioni telefoniche del mattino condotte da Franco Moccagatta
- Nell'intervallo (ore 11,30):
GIORNALE RADIO
12,10 ORCHESTRA DIRETTA DA FRANK CHACKSFIELD
12,30 ALTO GRADIMENTO
Un programma di Renzo Arbore e Gianni Boncompagni
- Stock
13,30 GIORNALE RADIO
13,45 QUADRANTE
14,00 COME E PERCHE'
Corrispondenza su problemi scientifici
14,05 UN DISCO PER L'ESTATE
Presenta Carlo Dapporto
14,30 ORCHESTRA DIRETTA DA WALTER MULLER E MISTER SAXMAN
15,00 NON TUTTO MA DI TUTTO
15,15 LA RASSEGNA DEL DISCO
- Phonogram
15,30 BOLLETTINO PER I NAVIGANTI - CICALINO
15,35 POMERIDIANA
17,50 I NOSTRI SUCCESSI
- Fonit Cetra
18,05 COME E PERCHE'
Corrispondenza su problemi scientifici
18,15 LONG PLAYING
Selezione dai 33 giri
18,30 GIORNALE RADIO
18,35 INTERVALLO MUSICALE
18,45 Romolo Valli presenta:
QUATTORDICIMILA 78
Un programma di Franco Rispoli
Regia di Andrea Camilleri
19,18 Brindisi: servizio speciale del Giornale Radio sul 54° Giro d'Italia
Dai nostri inviati Adone Carapezzi, Sandro Ciotti e Claudio Ferretti
- Birra Dreher
19,30 RADIOSERA
19,55 QUADRIFOGLIO
20,10 Pippo Baudo presenta:
BRACCIO DI FERRO
Gioco a squadre di Baudo e Perretta
21,00 MUSICA 7
22,00 IL DISCONARIO
A cura di Claudio Tallino
22,30 GIORNALE RADIO
22,40 GEA DELLA GARISENDA (LA CANZONETTISTA DEL TRICOLORE)
Originale radiofonico di Franco Monicelli
23,00 BOLLETTINO PER I NAVIGANTI
23,05 Dal V Canale della Filodiffusione:
MUSICA LEGGERA
24,00 GIORNALE RADIO
0,06 - 5,59 NOTTURNO ITALIANO
Programmi musicali e notiziari in italiano, inglese, francese e tedesco

TERZO PROGRAMMA

TRASMISSIONI SPECIALI (dalle 9,25 alle 10,00)

9,25 BENVENUTO IN ITALIA
9,55 CONVERSAZIONE
10,00 CONCERTO DI APERTURA
11,15 TASTIERE
11,30 I MAESTRI DELL'INTERPRETAZIONE
Pianista Sviatoslav Richter
12,10 UNIVERSITA' GUGLIELMO MARCONI
12,20 POLIFONIA
13,00 INTERMEZZO
14,00 CHILDREN'S CORNER
14,20 MUSICHE DI CAMILLE SAINT-SAENS
14,30 IL DISCO IN VETRINA
Musiche di Wolfgang Amadeus Mozart
15,30 CONCERTO DEL PIANISTA SERGIO PERTICAROLI
16,25 AVANGUARDIA
17,00 MUSICHE DI RICHARD STRAUSS
17,20 FOGLI D'ALBUM
17,30 CONVERSAZIONE
17,40 APPUNTAMENTO CON NUNZIO ROTONDO
18,00 MUSICHE DI FRANZ LISZT
18,30 MUSICA LEGGERA
18,45 Storia del Teatro del Novecento
LA GUERRA DI TROIA NON SI FARA'
20,35 I CLASSICI DEL JAZZ
21,00 IL GIORNALE DEL TERZO - SETTE ARTI
21,30 Stagione lirica della Radiotelevisione Italiana
DIDO AND AENEAS
Musica di Henry Purcell

-------------------------------------------------------------------------------------

Con il post odierno riviviamo un periodo tramontato ormai da ben trentatrè anni, cioè da quando un decreto ministeriale stabilì la riduzione dei ponti festivi, che tra primavera ed estate, tra solennità religiose e feste civili, erano diventati davvero troppi. Pasqua, 25 aprile, 1° maggio, Ascensione, Corpus Domini, Festa della Repubblica, SS. Pietro e Paolo erano il pretesto più evidente per favorire esodi di massa, specialmente in caso di clima gradevole, se non addirittura caldo, ed a scapito dei vari processi produttivi e delle principali attività lavorative, vittime di un inesorabile rallentamento.
Fedeli compagni di questi ponti, o almeno delle gite fuori porta fissate nella data propriamente festiva, non potevano che essere i transistor e le autoradio, sempre pronti a fare da sottofondo con musiche, notizie e varietà.
Il 20 maggio 1971, giorno dell'Ascensione (festa degli infermieri, ma anche occasione di eventi a carattere patronale, come a Floridia, in Sicilia - con tanto di gran premio ippico a cura dei maneggi locali, atto a snodarsi lungo le vie del centro storico di quel paesello non lontano da Siracusa -), la programmazione radiofonica della RAI riserva una congerie di appuntamenti gradevoli e graditi.



A dare la sveglia agli italiani pronti per la scampagnata (là dove il tempo lo permette: il maggio 1971 somiglia un po' a quello del 2010 per la forte variabilità climatica) con Il Mattiniere è la calda e signorile voce di Daniele Piombi, che non è solo l'uomo del Premio Regia Televisiva (organizzato all'epoca a Salsomaggiore), ma è anche e soprattutto un intrattenitore molto distinto e soprattutto libero da vincoli e compromessi (ragione, questa, che ingiustamente lo vedrà sempre raccogliere meno di quel che merita). Giorni fa abbiamo avuto il piacere e l'onore di incontrare Piombi, ospite del Salone del Libro di Torino in quanto autore assieme a Gigi Vesigna, per i tipi di RAI - ERI, di un volume che è un po' la summa di mezzo secolo, appunto, di Premio Regia TV, ed abbiamo avuto la conferma di una sincerità caratteriale che pochi uomini di spettacolo, onestamente, sono oggi come oggi in grado di mostrare.
Più tardi tocca alle eliminatorie di Un disco per l'estate, gara canora che, in attesa delle consuete finali di giugno a Saint Vincent, appare quotidianamente con almeno tre finestre dedicate alla presentazione dei numerosi motivi iscritti (dai quali poi usciranno le ventiquattro semifinaliste). Si alternano al microfono, in veste di occasionali disc- jockeys, molti divi dello spettacolo: per esempio, quel 20 maggio ci sono Minnie Minoprio al mattino e Carlo Dapporto nel primo pomeriggio. Come avvenne il mese scorso a proposito dell'edizione 1968, quest'oggi vi facciamo ascoltare alcuni brani tra gli esclusi nel corso di quella prima fase. Si tratta di canzoni sicuramente degne di nota, vuoi perchè comunque valide e/o originali, vuoi perchè curiose ed interessanti.
Apre la nostra serie Loretta Goggi, in quel periodo protagonista con Pippo Baudo delle domeniche pomeriggio in TV (La freccia d'oro), che conferma di avere talento vocale anche al di là delle sue abituali imitazioni. Il brano che non va al di là del primo turno del Discoestate '71, in precedenza provinato perfino da Demetrio Stratos ex - Ribelle, s'intitola Io sto vivendo senza te :

video

La vena compositiva di Riccardo Del Turco si fa più seriosa e cantautorale: lo dimostra La cicala, ben lontana dagli abituali stilemi spensierati dell'artista fiorentino:

video

Anche Jimmy Fontana prova ad adeguarsi ai tempi, rivisitando la storia shakespeariana dei Capuleti e dei Montecchi in chiave hippy:

video

La vera sorpresa arriva da Lorenzo Pilat, premiatissimo autore triestino, che smette definitivamente i panni del Pilade celentaniano per concentrarsi su una ballata molto forte e realistica dal titolo '71:

video

Mario Zelinotti, l'eterno sfigato della canzone (nel senso che, volente o nolente, viene surclassato dai colleghi più blasonati ogni volta che egli, in teoria, ha un asso nella manica), prova a fare l'impossibile con un motivo scritto da un certo Ciro Dammicco, del quale sentiremo parlare fra non molto: Tu cuore mio:

video

Infine ecco Piero Focaccia, il simpatico ex - bagnino romagnolo che, ritornato in auge l'anno prima con la divertente Permette, signora ?, riprova a consolidare la propria posizione con un'altra canzone comica, Zacchete !, ma stavolta gli va male.

video

Quel 20 maggio 1971, infine, prende il via dalla Puglia il 54° Giro ciclistico d'Italia, che si avvale quest'anno di un ospite d'eccezione, invitato a scopi pubblicitari: Mike Bongiorno, testimonial della birra - sponsor ufficiale della corsa rosa. Sotto il profilo più strettamente agonistico, tutti sperano in Felice Gimondi o in Gianni Motta, che potrebbero approfittare dell'assenza di Eddy Merckx (il corridore fiammingo pensa al Tour de France) per vincere (e difatti il prologo a squadre viene vinto proprio dalla loro Salvarani - vedi foto sotto -).



Invece la spunta uno dei due fratelli svedesi Petterson, Gosta (l'altro si chiama Tomas), pur senza vincere nemmeno una tappa. Gimondi, invece, sarà solo settimo. Per il corridore bergamasco si profila un cambio di squadra (dalla Salvarani alla Bianchi - Campagnolo) che si rivelerà fonte determinante di un meritatissimo rilancio.

Terminano così le nostre odierne memorie canoro - ciclistiche: altri momenti di rilievo sono in preparazione, a cominciare dal consueto appuntamento mensile col nostro enciclopedico del calcio Boris - Boris, che sarà di scena sabato.

Buona serata a tutti ! ! !
CBNeas

Nessun commento: